I docenti Funzione Strumentale sono nominati dal Dirigente su segnalazione del Collegio dei Docenti, con il compito di espletare specifiche funzioni riferite alle proposte del P.O.F. e per la valorizzazione del patrimonio professionale della scuola.

 

Area 1 Gestione POF: 

Area 2 Sostegno ai Docenti:

Area 3 Sostegno agli Allievi e alle Allieve: 

Area 4 Realizzazione di progetti formativi di intesa con Enti ed Istituzioni: 

Coordinamento delle uscite sul territorio – Visite giudate – Viaggi Istruzione: 

Normativa di riferimento: CCNL 1998–2001 (art. 28); CCNI 1998–2001 (art. 37); CCNL 2002–2005 (art. 30 e 86 lett. e), C.M. 30.10.2003
Le funzioni strumentali sono identificate con delibera del collegio dei docenti in coerenza con il piano dell’offerta formativa, cioè in relazione alle concrete esigenze del POF e non più in riferimento ad aree astrattamente precostituite come accadeva in passato con le funzioni-obiettivo.
Il collegio dei docenti definisce criteri di attribuzione, il numero e i destinatari delle funzioni strumentali, nel numero, svincolato da ogni indicazione ufficiale, non rientra il collaboratore vicario.
Le operazioni relative alle funzioni strumentali, dalla loro identificazione, alla definizione dei criteri e del numero, all’individuazione delle figure sono contestualizzate in un unico procedimento formale che si conclude con l’elezione dei docenti affidatari degli incarichi funzionali a seguito di votazione a scrutinio segreto sempre obbligatoria allorquando si fa riferimento a persone (cfr. D.Lgs. 16.4.2004 n. 297 art. 37 punto 4). Tra le varie funzioni:

– Collaborare con la dirigenza
– Analizzare i bisogni della Scuola
– Progettare soluzioni
– Coordinare attività
– Mantenere relazioni con l’esterno